Wintech Logo

Delphi&Dintorni
Sito Web
Newsgroup
Link
D&D Newsletter
D&D Online
Articoli
 
Libri
Delphi
C++
Libri in Inglese
Marco Cantù

 

Mastering Borland Delphi 2005
md2005cover
Compratelo su:
Amazon US - Amazon UK


spirit of delphi
marcocantu.com
International Area

Corsi Delphi
Wintech Italia offre i corsi di Marco Cantù, a Piacenza o presso la vostra ditta

Newsgroups

Marco's newsgroup
I newsgroups in italiano per discussioni su Delphi. Aperti a tutti nell'area libero


.

Delphi&Dintorni

La newsletter italiana dei programmatori Delphi
Numeri 13-16 di Giugno - Settembre 1997

La newsletter è copyright Marco Cantù.

Delphi&Dintorni #13 - 17 Giugno 1997

a cura di Marco Cantu', Wintech Italia Srl

Ormai la cadenza della newsletter sta diventando tri-settimanale. Spero di migliorare in futuro e ritornare a due numeri al mese. Devo anche dire che non ho ricevuto praticamente nessun contributo: non avete niente da suggerire?

Sommario
  1. 1. Notizie
  2. 2. Borland Forum
  3. 3. Altre conferenze
  4. 4. Libri (altrui)
  5. 5. Tip Delphi 3
  6. 6. Q&A
1. Notizie
Come al solito apro con alcune brevi notizie:

* Borland ha attivato un news server, ovvero un’area di discussione aperta a tutti, su cui si spostera’ il TeamB, un gruppo di volontari che prima rispondeva alle domande sui prodotti Borland sui forum Compuserve. Puntate il vostro newsreader su news.borland.com, o leggete come fare su www.boralnd.com. Immagino che questo segni la sostanziale scomparsa delle aree su Compuserve, i cui costi dovrebbero anche aumentare!

* Delphi 3 sta ormai avendo larga diffusione, e ricevendo commenti positivi dalla stampa. Forse commenti ancora piu’ positivi si registrano su Delphi/400 ovvero il collegamento di Delphi con l’AS/400 di IBM.

* Borland ha reso disponibile IntraBuilder 1.5.

* Dovrebbe uscire in autunno una versione "Enterprise" di Delphi, ma se ne sa ancora poco.

* E’ partita una fase di beta testing ristretta di JBuilder, l’ambiente Java di Borland. Il prodotto non uscira’ molto presto, sembra a causa di gravi problemi nell’ambiente JDK 1.1, su cui si appoggia.

* A proposto di Java, ho pubblicato un articolo un po’ sarcastico che e’ sul numero di Giugno di Computer Programming... ed ha ricevuto commenti sia molto positivi che caustici!

2. Borland Forum
Ecco l’annuncio finale del "Borland Forum" che si terra' a Milano il 25 e 26 giugno prossimi. Un appuntamento da non perdere per tutti i programmatori Borland italiani, vedra’ tracce relative a Delphi, C++Builder, JBuilder e lo sviluppo internet e client/server. Il sito della conferenza è www.communications.infomedia.it. Collegatevi per vedere le ultime leggere modifiche al programma. E’ confermata comunque la presenza di due ospiti stranieri, Bob Swart e una persona di Open Environment che spieghera’ i dettagli della tecnologia Midas.

Sembra che soprattutto le sezioni relative a Delphi abbiano raccolto un buon numero di persone, ma c’e’ sempre tempo per iscriversi!

Un gruppo piu’ ristretto (ma ce’ ancora posto) potra’ seguire il venerdi’ successivo il seminario di mezza giornata sul tema "Programmazione a oggetti con Delphi" che terro' io. Si tratta di un approfondimento sull'uso dell'OOP in Delphi, considerando che molti programmatori Object Pascal non sfruttano che minima parte delle potenzialita' del linguaggio che hanno a disposizione. Ad esempio: quante volte avete aggiunto una proprieta’ ad una form? Mai? Allora questo seminario e’ per voi!

3. Altre conferenze
Dal 12 al 16 luglio, invece, si terra' l’8 Borland Conference negli USA, che quest'anno si svolge a Nashville, Tennessee, patria della musica country. E' un evento chiave per capire dove sta andando Borland (il nuovo CEO discutera’ la strategia dell’azienda nei prossimi tre anni) e per approfondire aspetti tecnici di tutti i prodotti. Io dovrei tenere 4 interventi, su Delphi e C++Builder. Per le informazioni complete, www.borland.com. So che e’ lontano, ma di solito si trova un gruppettino di italiani (in questo momento il mio conteggio e’ fermo a 4). Se intendete partecipare e me lo fate sapere, potremo trovarci.

Altre iniziative si annunciano per l’autunno. Infomedia sta organizzando una grande conferenza per tutti gli sviluppatori italiani per fine novembre.

Ma, nel mio piccolo, anch’io penso di riprendere i seminari e le giornate di domande e risposte con due iniziative verso meta’ settembre e meta’ novembre, almeno in linea di massima (visto che bisogna evitare le date dello SMAU e di altre iniziative). Vi terro’ aggiornati, anche su un’altra iniziativa collegata che ho in cantiere.

4. Libri (altrui)
Se nell’ultimo numero ho fatto il punto sui miei libri, ora vi riferisco di un po’ di libri altrui, che ho acquistato recentemente:

* Using Delphi 3, di autori vari (editore: QUE), mi sembra meglio delle edizioni precedenti, ma mi entusiasma solo in parte. E’ scritto da una decina di autori, non tutti all’altezza. Poi e’ il diretto concorrente del mio "Mastering Delphi 3"...

* Developing Custom Delphi 3 Components, di Ray Konopka (editore: Coriolis), e’ decisamente un ottimo libro, cosi’ come lo era il suo predecessore. Ray non ha riscritto tutto, anzi meno di quanto mi aspettassi, ma la parte finale e’ stata rivista, e per chi ha apprezzato il primo volume l’acquisto di questo nuovo testo mi sembra molto interessante.

* Borland C++Builder Unleashed, di Charlie Calvert (editore: SAMS), mi sembra finora il libro migliore su C++Builder (non che ne siano usciti molti, ma tutti gli altri non mi sono piaciuti molto). Anche se e’ una trasposizione di Delphi Unleashed, molte parti sono state modificate in modo da far risaltare le caratteristiche del nuovo ambiente. Se siete interessati a C++Builder puo’ essere un buon acquisto.

I prezzi sono al solito tutti stratosferici, 50 dollari i primi due volumi e 60 il terzo. Beh, non e’ che il mio costi molto meno...

5. Tip Delphi 3
Tip#2: Per ottenere un separatore (splitter) verticale basta usare il componente TSplitter e settare la sua proprieta’ Align al valore alTop. Dovete poi scegliere il cursore opportuno.

Il tip dell’altra volta conteneva un errore (mancava lo Shift):

Tip#1: All'interno dell'editor, premendo Ctrl+Shift+G viene generato un nuovo GUID.

6. Q&A
6.1 >> sto cercando un buon libro che tratti in modo completo il problema DataBase C/S (locale e remoto) in Delphi. <<

Ci sono dei libri con un po' di informazioni, ma un bel libro completo non l'ho ancora visto. Forse il migliore ad oggi e' quello di Henderson (pubblicato da SAMS nella collana Borland press). Qualcuno ha altri suggerimenti?

6.2 >> Cosa ne pensa della versione di Delphi per As/400?<<

Ne so ben poco. Potresti rivolgerti a Guido Salvestroni (www.borita.it) uno dei pochi che ha provato i vari componenti in italia.

6.3 >> vorremmo sapere come e' possibile utilizzare un componente (ad esempio un bottone) non disegnato su di una form ma solamente dichiarato nel codice. <<

Si puo' creare un componente run-time con questo codice (all'interno di un metodo di una form, magari FormCreate):

var
  B: TButton;
begin
  B := TButton.Create (self);
  B.Parent := self;
  B.Caption := 'Premi';
  B.Top := 10;
  B.Left := 50;
  B.OnClick := ButtonClick;
ButtonClick deve essere un metodo della form, aggiunto a mano, e con un parametro di tipo (Sender: TObject). Poi dovete scrivere il codice di questo metodo , come al solito...

6.4 >> All'interno del thread verrebbero effettuate principailmente query su TQuery create dinamicamente e alla fine l'aggiornamento dell'interfaccia utente. <<

Se vuoi avere una query in un thread devi impostare un accesso autonomo al database, utilizzando un componente TSession specifico.

A presto...


Delphi&Dintorni #14 - 9 Luglio 1997

a cura di Marco Cantu', Wintech Italia Srl

Mentre vi invio la nuova newsletter (un numero abbastanza lungo) vi segnalo che sta prendendo forma "Delphi&Dintorni Professional", un servizio a pagamento di informazione ma soprattutto di incontro tra gli sviluppatori Delphi italiani. Strutturato come uno user group, il perno del nuovo servizio di Wintech Italia saranno giornate di domande e riposte (Delphi Jam Session) e seminari di approfondimento con esperti anche internazionali. I dettagli saranno resi noti entro la fine dell'estate. La prima iniziativa probabilmente a meta' settembre.

Sommario
  1. 1. Notizie
  2. 2. Borland Forum (resoconto)
  3. 3. Tech: Architetture a 3 livelli
  4. 4. Tech: Istanze multiple dei Data Module
  5. 5. Ancora libri
  6. 6. Tip Delphi 3
  7. 7. Q&A
1. Notizie
In breve, alcune notizie:

* Borland ha annunciato di aver raccolto finanziamenti cospicui (25 milioni di dollari) per finanziare ricerca e sviluppo di prodotti. Mi sembra un segnale di fiducia dal mercato finanziario (anche se sono un po' ignorante in materia).

* Domenica prossima, alla conferenza Borland di Nashville, Borland annuciera' le linee strategiche per i prossimi tre anni. Le informazioni dovrebbero essere disponibili subito sul loro sito Web, ma vi mandero' un resoconto dettagliato al piu' presto. (Infatti sono alla conferenza dove terro' 4 presentazioni.

* DFL Software (produttore dei componenti LightLib e strumenti per AS/400) e SuccessWare International (produttore di Apollo e altri tool) si sono fuse in una nuova societa', "Luxent Development". Manager e sviluppatori sono rimasti nella nuova societa', con ruoli solo leggermente modificati.

2. Borland Forum (resoconto)
Credo che i partecipanti al Borland Forum di fine giugno potrebbero fare un resoconto migliore del mio. Dal feedback che ho ricevuto l'iniziativa sembra riuscita meglio di quella passata. La partecipazione e' stato molto numerosa (credo piu' di 400 persone) e il livello tecnico era molto elevato...

Che dire di piu'? Beh, se avete suggerimenti e idee per questo tipo di iniziative fatemelo sapere al piu' presto, visto che ci sono gia' nuove iniziative in cantiere.

3. Tech: Architetture a 3 livelli
Sempre in relazione al forum devo precisare che la mia sensazione relativa all'architettura a tre livelli, ovvero il fatto che il livello intermedio -- il remote data module -- non permette lo sviluppo di codice Pascal complesso, si e' confermata esatta! Potete vedere ulteriori informazioni sul sito web si Charlie Calvert (in un articolo lungo e molto ben fatto), e questa nota:

"The first version of Midas tends not to emphasize placing complex logic on the application server, but rather favors putting it on the database server in the form of stored procedures, triggers or views, or else on the client, in the form calculated fields, lookups, etc. There is nothing to prevent you from running a calculated field or a lookup on the application server, but this logic will not be reflected on the client. In other words, if you create a new field on the application server via a calculated field it will not cause any harm, but neither will it be downloaded to your client. There are, however, other types of logic that you can place on the application server. "

Il ragionamento finisce indicando che una futura versione di Delphi potrebbe contenere un supporto piu' esteso per il livello internedio.

4. Tech: Istanze multiple dei Data Module (contributo di Davide Moretti, che ringrazio)
"Ecco un sistema per creare istanze multiple di uno stesso TDataModule e collegarle a forms specifici:

* Togliere il data module dalla lista dei forms creati automaticamente all'avvio

* Aggiungere all'evento OnCreate del data module la riga seguente:

  Name := 'dm_' + Owner.Name;
* Nei forms che fanno riferimento al data module, aggiungere una variabile nella sezione implementation:

var
  dm: TdmDati; // se il data module si chiama dmDati...
* Quindi nell'evento OnCreate aggiungere

  dm := TdmDati.Create(Self);
* E ovviamente nell'evento OnDestroy aggiungere

  dm.Free;
* A questo punto, se si devono chiamare metodi o accedere a elementi e proprieta' del proprio data module, utilizzare la variabile dm:

  dm.tbTabella1.First;
In questo modo si possono avere piu' finestre aperte contemporaneamente che si riferiscono ai dati di una stessa tabella senza che, ad esempio, cambiando record in una si sposti anche l'altra.

Ora, come fare in modo, invece, che una nuova form faccia riferimento ad una istanza del data module gia' creata precedentemente (ad esempio perche' la nuova form è modale, o e' un report e la form sulla quale si basa ha creato dei filtri o settato dei parametri per il report stesso)? Semplice, basta creare un nuovo constructor nella finestra 'figlia' cosi':

constructor CreateWithDM(AOwner: TComponent; d: TdmDati);
begin
  inherited Create(AOwner);
  dm := d;
  RedirectFixupReferences(Self, 'dmDati', dm.Name);
end;
dove dm è la solita var creata come prima.

ATTENZIONE, in questo caso non cercare mai di accedere al data module tramite la variabile dm nell'evento OnCreate della finestra 'figlia' perche' tale evento viene chiamato PRIMA di aver settato correttamente tale variabile (e anche prima di aver aggiornato le referenze ai data controls presenti nella finestra...

Adesso, invece di chiamare Create per creare la finestra, si puo' usare CreateWithDM passandoci anche il data module da referenziare, esempio:

procedure TfrmClienti.btnElencoClientiClick(Sender: TObject);
  begin
  with TrptElencoClienti.CreateWithDM(Self, dm) do
    try
      rpt.Preview;	// rpt è un TQuickRep
    finally
      Free;
  end;
in questo caso il report 'eredita' il datamodule del form frmClienti (che potrebbe avere già un filtro settato o cose del genere...)."

5. Ancora libri
Marco Menardi consiglia di leggere "About face, the essentials of user interface design" di Alan Cooper, IDG Books. Ecco il suo commento:

"Non e' su Delphi, ma ti assicuro che non vedrai piu' i programmi allo stesso modo dopo averlo letto! E' davvero una scossa elettrica sul modo 'da programmatori' con il quale io e molti altri 'progettiamo' l'interfaccia dei nostri programmi... da non perdere!"

6. Tip Delphi 3
Ecco un nuovo tip: Quando siete sul package editor potete usare il comando "Toggle form/unit" (e il tasto delal toolbar equivalente) per passare dall'editor dei package al codice sorgente del package stesso. Molto comodo!

7. Q&A
* Q: Da Raffale Barone di DBE INFORMATICA arrivano una serie di domande tecniche/segnalazioni di problemi relative ad Interbase. Tra questi i problemi legati all'uso di file ASCII esterni (che vengono persi durante il debug e restore), all'accesso contemporaneo a due GDB e allo sviluppo di trigger incrociati, alla possibilita' di sapere su quanti record sono state effettuate modifiche...

A: Io di Interbase non ne so piu' di tanto... se qualcuno che si sente esperto volesse spendere un po' di tempo per rispondere vi metto in contatto...

* Q: C'e' la possibilita' di tradurre in italiano i testi dei pulsanti delle funzioni MessageDlg... ed altri eventuali? Nelle versioni precedenti era sufficiente modificare i files .res ma in questa versione, soprattutto con i package, non riesco a fare modifiche di sorta. Come posso fare ?

A: Non credo Borland abbia rilasciato un nuovo language pack. Per la traduzione in italiano dei messaggi si può comunque usare il Resource Workshop e agire sull'eseguibile (o sui runtime package). Ma per il linking statico il vecchio approccio di traduzione dei file res dovrebbe funzionare ancora. Commenti di chi ha gia' fatto una traduzione?

* Infine una segnalazione:

Sono un programmatore alla ricerca di altri programmatori in Delphi che sono interessati allo sviluppo di applicazioni Windows che utilizzano grafica 3D e in particolare OpenGL, per scambio idee e notizie tecniche su OpenGL.

Riccardo Mariotti - Ferrara (Italia)
E-mail: r.mariotti@estense.global.it
A presto...


Delphi&Dintorni #15 - 18 Luglio 1997

a cura di Marco Cantu', Wintech Italia Srl

Tra poco su: "www.marcocantu.com"

Vi scrivo questo nuovo numero di Delphi&Dintorni dagli Stati Uniti, dove e' appena terminata l'ottava Borland Conference, tenuta a Nashville (Tennessee). E' in pratica il resoconto.

Sommarioz
  1. 1. Borland Conference
  2. 2. Traduzione dei messaggi
  3. 3. Notizie varie
  4. 4. Tip Delphi 3
1. Borland Conference La conferenza Borland di quest'anno ha visto la partecipazione di 2.700 programmatori di tutto il mondo (e ben 3 dall'Italia, almeno che io sappia).

L'inizio e' stato segnato da un video ispirato a Guerre Stellari in cui i personaggi erano i responsabili di Borland, e il cattivo Bill Gates (impersonato da David Intersimone). Difficile fare un resoconto dettagliato, per cui mi soffermo agli annunci e agli aspetti tecnici.

Delphi 4. Sulla nuova versione di Delphi non e' stato detto quasi niente, ma anche il poco e' molto interessante. Ci dovrebbero essere il supporto per:

- la gestione di business object

- una maggiore interoperabilita' con il Web e Java

- il supporto per i nuovi database object-relational (ovverro la possibilita' di avere tabelle all'interno di tabelle)

Oltre a questo, pero', sono state annunciate due nuove versioni di Delphi 3 molto interessanti, che si affiancano a Delphi per As/400:

- Delphi 3 Enterprise conterra' il supporto per Entera (la tecnologia middelware di Ole Enterprise)

- Delphi 3 SAP conterra' strumenti e componenti per la programmazione di SAP, uno dei sistemi piu' usati da grandi aziende

Questi annunci vi dicono in che direzione si sta muovendo Borland: l'integrazione degli ambienti di sviluppo per PC con tutte le architetture delle grandi societa', per permettere lo sviluppo di interfacce utente moderne mantenendo la memorizzazione dei dati su sistemi tradizionali. Borland ha dato anche un nome nuovo alla sua strategia di connettivita', "InfoNet", ovvero la rete delle informazioni.

Che altro aggiungere? Forse l'annuncio di aver venduto 1.000.000 di copie di Delphi, forse che e' stata rinnovata la promessa di distribuire JBuilkder entro fine settembre, forse la rinforzata alleanza con Oracle e IBM, forse l'aria di grande ottimismo che si respirava (soprattutto se confrontato con le ultime conferenze), forse l'ottima qualita' degli interventi tecnici... E' stata veramente una conferenza al di sopra delle mie aspettative (anche per l'affluenza alle mie presentazioni).

Il prossimo anno... beh, data e luogo non si conoscono ancora, ma ci saranno in mezzo la conferenza europea di Londra e gli eventi italiani. Stay tuned.

2. Traduzione dei messaggi
Nella sezione Q&A dell'ultimo numero era stato sollevato il problema della traduzione dei messaggi. Ecco alcune ulterioriprecisazioni che mi sono arrivate da Davide Moretti:

"Delphi 3 non ha piu' i files .res, ma usa l'istruzione resourcestring per inserire delle costanti stringa (che si comportano in effetti proprio come delle const) nelle risorse dell'eseguibile direttamente dai files .pas

"I file che contengono tali risorse si chiamano consts.pas, bdeconst.pas, dbconsts.pas... Il problema e' che la maggior parte di essi non e' presente nei sorgenti della VCL, comunque sono presenti sotto forma di file .INT nella dir DOCS. Basta modificare leggermente questi files (gli manca solo la sezione implementation che deve essere vuota) ed ecco ricreati i .pas. Ora basta tradurre i messaggi e includere questi file nel proprio progetto e voila! tutti i messaggi della VCL saranno tradotti. "

In realta' Antonello Serra mi ha anche inviato una copia con la traduzione di queasi tutti i messaggi, e mi ha autorizzato a renderla disponibile sul mio sito Web (che pero' e' in fase di ristrutturazione). Continua Davide:

"Tutto questo funziona per le applicazioni linkate staticamente, ovvero senza i package. Borland non ha rilasciato tutte le unit presenti nei package standard (e neppure i files .dpk per ricrearli) quindi non e' possibile ricreare i package dai sorgenti con le stringhe modificate (probabilmente cio' e' stato fatto per evitare che circolino in giro package alterati con gli stessi nomi dei package standard, il che crerebbe problemi). "

Modificare i package di Borland e' comunque espressamente vietato.

In aggiunta a quanto detto finora ho appena scoperto che Borland ha aggiunto a Delphi 3 un supporto specifico per la traduzione dei programmi (non i messaggi, e un'altra cosa). Appena ho un attimo scrivo un articolo...

3. Notizie varie
Davide Moretti (appena citato), lettore e direi collaboratore di Delphi&Dintorni ha vinto il Delphi 3 professional all'OperationX di Borland. Complimenti vivissimi!

Merlin il nuovo add-on per Delphi di John Howe e Mike Scott (che sostituisce il vecchio Triplex) e' disponibile in versione preview al sito "www.boots.com/merlin". Il costo per la registrazione e' attorno a 150 dollari, se non sbaglio.

4. Tip Delphi 3
Per aprire il file principale di un package (che non viene memorizzato sotto File | Reopen) invece di cercare il file sul disco, se l'avete installato vi conviene usare il comando Component | Install packages, scegliere, premere il pulsate edit, rispondere si alla domanda successiva. Ecco a voi il package editor.

Niente sezione Q&A per questo numero... ho progetti in mente per uno spazio aperto di domande e risposte... vi faro' sapere. Per il momento buone ferie a tutti quelli che ci vanno, e ci risentiremo verso fine agosto, salvo novita' interessanti.

A presto...

Marco


Delphi&Dintorni #16 - 16 Settembre 1997

a cura di Marco Cantu', Wintech Italia Srl

Si riprende dopo l'estate, con molte novita'. La newsletter Delphi&Dintorni ora e' ospitata sul mio nuovo sito web, http://www.marcocantu.com, dove trovate tutti gli arretrati. Maggior spazio Web significa l'invio di newsletter piu' piccole in email, con riferimenti al sito per gli articoli piu' lunghi.

Ho anche un nuovo indirizzo di email, marco@marcocantu.com: anche se la newsletter vi viene spedita da compuserve effettuarte un reply solo per iscrizioni e modifiche, mentre dovreste mandarmi commenti e altri messaggi piu' generali al nuovo indirizzo.

*** Altra novita' sostanziale e' l'avvio di "Delphi&Dintorni Professional", di cui potete leggere alla fine di questo messaggio ***

Sommario
  1. 1. Delphi 3 Update
  2. 2. Object Insight
  3. 3. JBuilder
  4. 4. Delphi&Dintorni Professional
  5. 5. Il libro di Delphi 3 di McGraw-Hill Italia
1. Delphi 3 Update
E' stato rilasciato da pochi giorni, e dovrebbe ormai essere disponibile anche in Italia l'aggiornamento di Delphi 3 (versioni Professional e Client/Server). Siccome non sono ancora riuscito ad averne una copia vi riporto solo informazioni di altri:
  • In Delphi Professional sono stati inseriti i Componenti per i Socket (che mancavano per errore)
  • In Delphi Client/Server c'e' il supporto MIDAS per TCP/IP.
  • Sono segnalati miglioramenti nell'help, che pero' chi ha ricevuto la versione fa un po' fatica a notare.
  • E' presente il BDE 4.01
  • Dovrebbero essere stati risolti alcuni bug (ma bisorra' provare per saperlo con certezza)
  • E' stato aggiornato QuickReport
  • L'aggiornamento della versione Professional costa 50.000 + spese spedizione (Borland Assist, 0542/34058, al pomeriggio). L'aggiornamento per la client/server dovrebbe essere gratuito.
2. Object Insight
Durante l'estate Borland ha rilasciato anche un add-on per Delphi. Object Insight e' tool per la navigazione dei sorgenti della VCL e dei propri programmi secodno la struttura della gerarchia di classi. Utile ma niente di eccezionale: si tratta di uno strumento usato internamente da Borland e ora reso disponibile. Il pacchetto contiene anche un tool per la pulizia del proprio Registry, chiamato CleanX. 3. JBuilder
Sempre in questi giorni Borland ha finalmente rilasciato JBuilder, per il momento solo nelle versioni Standard e Professional (analoghe a quelle di Delphi).

Se non avete gia' visto il prodotto in qualche manifestazione Borland, potete avere molte informazioni sul loro sito web. Notate che non esiste una versione trial, anche per il prezzo molto contenuto della versione base.

Ecco i prezzi d ventita suggeriti (ma dovreste poter trovare offerte a meno):

  • JBuilder Professional: Lire 1.200.000
  • JBuilder Professional (Upgrade da un prodotto Borland): Lire 580.000
  • JBuilder Standard: Lire 199.000
4. Delphi&Dintorni Professional
E' ormai in fase di definizone, e vi anticipo nelle sue linee essenziali, una nuova iniziativa realizzata dalla mia societa', Wintech Italia Srl. Si tratta della possibilita' di "abbonarsi" alle giornate di domande e risposte (Delphi Jam Sessions) e ai seminari (Delphi Workshop) che saranno organizzati con cadenza bimestrale, e di cui saro' oratore io o altri esperti italiani e internazionali di Delphi.

L'idea e' di un servizio che comprende:

  • 6 giornate di domande e risposte gratuite
  • una dozzina di giornate di seminari a prezzo scontato
  • materiale e documentazione
  • un'area di discussione riservata via Web o email
Il tutto ad un prezzo pari alle sole giornate di domande e risposte (ovvero ttorno al milione e mezzo per un anno). In altre parole si tratta di una specie di "User Group Professionale" a prezzi non modestissimi ma in cui si vuole curare molto la qualita'.

Manca ancora la definizione degli ultimi dettagli: nella prossima newsletter vi comunichero' dove trovarli sul mio sito web. La prima data dovrebbe essere nell'ultima settimana di Ottobre, poi da Gennaio ogni due mesi.

Tra i temi previsti per i prossimi incontri:

  • la programmazione internet con Delphi 3
  • la traduzione/localizzazione delle applicazioni
  • una presentazione in anteprima del mio nuovo libro avanzato
  • approfindimenti legati allo sviluppo client/server
  • un seminario sullo sviluppo di componenti (gia' tenuto in passato)
  • ... potete suggerire altre idee
I dettagli saranno disponibili anche allo SMAU. Se avete suggerimenti (ovvero cosa vi piacerebbe avere come utenti) o proposte di collaborazione (ovvero cosa vi piacerebbe offrire a chi partecipa) sono benvenute, ma devono arrivare al piu' presto.

5. Il libro di Delphi 3 di McGraw-Hill Italia
Esce finalmente la traduzione parziale di Mastering Delphi 3 in italiano. Il libro si intitola "Delphi 3" ed e' edito da McGraw-HIll Italia. Questa volta si tratta della traduzione della seconda meta' del libro: c'e' pochissima sovrapposizione con il libro pubblicato lo scroso anno (semrpe da McGraw) su Delphi 2, che era la traduzione della prima parte di Mastering. Purtroppopero' il titolo non chiarisce, anzi alimenta l'equivoco che questo sia semplicemente una nuova edizione dello stesso libro: non e' cosi'!

A presto...

Copyright Marco Cantù, Wintech Italia Srl 1995-2014